Torna su virgilio
Tutto il meglio del cinema in TV: blockbuster, prime TV e pellicole immortali. Canale 55 del Dtt.
Next

Birdman - o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

In Onda: Domenica 22 Aprile alle 21:00

Regia:
Alejandro González Iñárritu
Interpreti: Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Naomi Watts, Emma Stone, Amy Ryan
U.S. RELEASE: 2014

Sarà forse per la virtuosa tecnica di ripresa, o per le strade narrative poco convenzionali in cui ci conduce il racconto, ai confini tra generi diversi, o per la figura di Riggan Thomson, allo stesso tempo sovraumana e umanissima. Qualunque sia il motivo, Birdman – o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) è un capolavoro che si fa amare dal primo all’ultimo minuto.

La pellicola che ha permesso ad Alejandro Iñárritu di (ri)trovare la fama e di conquistare il suo primo Oscar come miglior regista è pensata e realizzata affinché lo spettatore diventi parte integrante del film stesso. I lunghissimi piani sequenza ci fanno calcare il palcoscenico del teatro insieme agli attori; ci fanno entrare nei camerini e vivere le loro paure e insicurezze.

Insomma, nonostante la trama strabordante e piena di spunti di riflessione e lo stile cinematografico anomalo, Birdman ci tiene incollati allo schermo, anzi sembra trascinarci al suo interno, catturandoci col suo ritmo incalzante e con dialoghi irresistibili.

Next

TRAMA

Riggan Thomson, ex celebrità di Hollywood divenuta famosa per aver interpretato il ruolo di un supereroe alato, cerca nuova fama allestendo una commedia (tratta da What we talk about when we talk about love di Raymond Carver) nel Saint-James Theatre, uno dei teatri più importanti di Broadway a New York. Per Thomson si tratta di una scommessa multipla: da un lato investe nello spettacolo tutti i suoi averi, nella speranza che l’azzardo ripaghi anche da un punto di vista economico; dall’altro vuole dimostrare a tutti, pubblico e critica, che non è solo una “macchietta travestita”, ma anche un grande attore.
Le cose, però, sembrano non andare come preventivato da Thomson: i componenti del cast litigano spesso tra di loro e le anteprime aperte al pubblico sfociano in liti furiose o scene tra il comico e l’assurdo (lo stesso Thomson, nel corso di una delle tre anteprime, si ritrova mezzo nudo a Times Square, diventando immediatamente una star dei social). L’apparente ignoranza – o incapacità – dell’ex star di Hollywood, però, potrebbe rivelarsi la sua arma migliore per sfondare anche nel mondo del teatro. .

Next

TRAILER

GALLERY

BIRDMAN - o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza) - il cast

Diverse le star hollywoodiane che hanno calcato il palco del Saint-James Theatre agli ordini di Iñárritu. Michael Keaton veste i panni di Riggan Thomson, protagonista assoluto della pellicola (Birdman, invece, è interpretato da Benjamin Kanes). Al suo fianco troviamo Edward Norton (Mike Shiner), Emma Stone (Sam Thomson), Naomi Watts (Lesley), Zach Galifianakis (Jake) e Andrea Riseborough (Laura).

Michael Keaton

(Riggan Thomson)

Edward Norton

(Mike Shiner)

Emma Stone

(Sam Thomson)

Naomi Watts

(Lesley)

Zach Galifianakis

(Jake)

Andrea Riseborough

(Laura)

BIRDMAN, le curiosità

Le riprese

Le riprese del film hanno richiesto circa due mesi di lavorazione. Data la particolare tecnica di ripresa utilizzata da Iñárritu – tutti piani sequenza della durata di svariati minuti – le varie scene hanno richiesto una preparazione più lunga del solito. Ciò, però, ha favorito il lavoro dei montatori, che hanno impiegato appena due settimane (e solo 16 tagli) per “comporre” l’intero film.

I dialoghi

Michael Keaton e il resto del cast hanno dovuto faticare un po’ per adattarsi allo stile voluto da Iñárritu: gli attori hanno realizzato scene con dialoghi da 15 pagine, mentre si muovevano nel teatro (e negli spazi dietro le quinte) seguendo percorsi e “coreografie” ben precise e dettate dallo stesso regista.

Ciak si gira

Ogni scena del film è caratterizzata da tempistiche ben precise. Così, se un attore avesse sbagliato i tempi di ingresso o di uscita dall’inquadratura, la troupe e il cast era costretto a girare da capo l’intera scena. Emma Stone, nel corso di un talk show negli Stati Uniti, ha raccontato di come siano stati costretti a girare da capo una scena da oltre 10 minuti perché lei stessa ha anticipato di pochi attimi l’ingresso in scena.